Flash mob digitale per un viaggio in Italia attraverso antiche e preziose carte geografiche

#viaggioinitalia #paesaggioitaliano

alessandria-as_Tavola disegno 1[1265]     viaggioinitalia

Il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, in collaborazione con Enit e Touring Club Italiano propone un nuovo flash mob digitale per mantenere gli italiani a contatto con le meraviglie dei propri territori condividendo nella giornata di domenica 26 aprile una selezione di antiche e rare carte geografiche provenienti dalle ricche e incredibili collezioni degli archivi, delle biblioteche e dei musei dello Stato.

 
Un viaggio nelle rappresentazioni dell’Italia nei secoli, ma anche un’occasione per valorizzare e riscoprire i mestieri e le tecniche utilizzate per creare, allora come oggi, le mappe geografiche. 

Questo nuovo appuntamento rappresenta la quinta edizione di ‘Art you Ready’, il fash mob digitale che coinvolge gli italiani in eventi sul web durante queste giornate in cui sono costretti a restare a casa.
 
L'Archivio di Stato di Alessandria in questa occasione espone:

Le cours du Po dans le Piemont e le Montferrat

Questa carta di epoca francese, realizzata ad Amsterdam dai geografi Jean Covens e Corneille Mortier, raffigura il corso del fiume Po in Piemonte e di alcuni dei principali fiumi e torrenti che attraversano il territorio dell'attuale provincia di Alessandria: Tanaro, Belbo, Erro, Bormida, Orba, Lemme, Scrivia, Curone, Stura, Rotaldo, Grana.
Come evidenziato dalle linee colorate, a quell'epoca detto territorio si limitava alle zone dell'Alessandrino, del Monferrato e del Tortonese, mentre quelle di Novi e parte di quelle di Ovada (Gua), annesse al Regno di Sardegna solo nel 1815, erano ancora incluse tra le "Terre di Genova".
Secondo una diffusa tradizione, l'appellativo "della paglia" con cui anche in questa carta è denominata Alessandria deriverebbe dai tetti e dalle mura di paglia della città originaria. Un'altra versione, probabilmente più accreditata, ritiene che il termine "paglia" debba invece ricondursi ad una deformazione popolare del latino palea (palude): Alessandria venne infatti fondata nel 1168 in un territorio paludoso, posto alla confluenza dei fiumi Tanaro e Bormida.

Cliccare sull'immagine per scaricare e leggere il documento

torna alla pagina eventi

corso del po_mibac