Ricerche a distanza

Premessa

Il servizio di consultazione dei documenti conservati presso gli Archivi di Stato si effettua normalmente in sala studio, dove gli utenti possono svolgere le proprie ricerche previa registrazione, prendendo visione degli inventari e richiedendo le unità archivistiche di interesse. L’archivista svolge attività di consulenza e di assistenza scientifica al pubblico e a istituzioni per le ricerche archivistiche, senza sostituirsi all’utente nello svolgerle ma supportandolo e indirizzandolo nell’utilizzo degli inventari e dei mezzi di corredo, oltre che nella consultazione dei documenti.

Per favorire la fruizione della documentazione anche da parte di persone impossibilitate a recarsi in sede viene tuttavia offerto, in aggiunta alle funzioni di sala studio, un servizio per rispondere a ricerche a distanza. In questo caso gli utenti, nell'ambito delle loro ricerche, possono inoltrare richieste per ricevere informazioni e per richiedere copie di documenti, tramite le quali è resa loro possibile la fruizione a distanza della documentazione.

Di seguito le modalità di erogazione del servizio.

 

A. Richiesta di informazioni

A mezzo e-mail indirizzata a

as-al.salastudio@beniculturali.it

L’utente può richiedere informazioni più puntuali sui fondi archivistici e sugli inventari rispetto a quanto già pubblicato sul sito istituzionale o nel sistema informativo SIAS/SIUSA.

Attenzione. Attualmente le schede SIAS relative ai fondi dell'Archivio di Stato di Alessandria non sono disponibili online a causa della reingegnerizzazione del sito internet.

 

B. Richiesta di riproduzione informatica di documenti

Utilizzando uno dei moduli seguenti è possibile richiedere a distanza la riproduzione informatica di un documento.

Il modulo va stampato, compilato, firmato, scansionato e inviato, con copia di un documento di identità, all'indirizzo e-mail

as-al.salastudio@beniculturali.it

Saranno prese in carico solo le richieste pervenute in questa modalità e recanti moduli compilati conformemente alle indicazioni fornite in questa pagina.

Ogni anno l'utente può inviare da una a tre richieste (moduli).

Nota bene: sono presenti lacune nei fondi archivistici, pertanto potrebbe non essere reperito il documento richiesto; sarà comunque inviata comunicazione dell'esito, positivo o negativo, dello spoglio della documentazione.

L'esito positivo comporta il pagamento della copia informatica secondo le istruzioni che verranno comunicate; a seguito della riscossione verrà inviata la copia.

Il mancato pagamento comporterà la chiusura del servizio per l'utente richiedente.

ATTENZIONE:

I moduli debitamente compilati dovranno pervenire all'Archivio di Stato

ESCLUSIVAMENTE in formato .PDF,

NON VERRANNO PRESI IN ESAME moduli in formato .JPG

 

1. MODULO DI RICHIESTA DI ATTO DI STATO CIVILE NAPOLEONICO

MODULO

È RICHIEDIBILE UN SOLO ANNO TRA IL 804 E IL 1814.

È RICHIEDIBILE UNA SOLA LOCALITÀ TRA LE SEGUENTI:

Alessandria (e i suoi sobborghi/cantoni, odierne frazioni di Cantalupo, Casalbagliano, Cascina Grossa, Castelceriolo, Castelferro-Comune all'epoca, Lobbi, Mandrogne, Orti/Jardins in francese, Portanuova, Retorto, San Giuliano Nuovo, San Giuliano Vecchio, Piana di San Michele, Spinetta Marengo, Valle delle Grazie/Valmadonna, Valle San Bartolomeo, Villa del Foro); Alluvioni Cambiò (oggi Alluvioni Piovera); Annone (oggi Castello d'Annone); Basaluzzo; Bassignana; Borgoratto; Bosco Marengo; Capriata d'Orba; Casal Cermelli; Cassine; Castelferro; Castellazzo Bormida; Castelspina; Cerro Tanaro; Felizzano; Frascaro; Fresonara; Frugarolo; Guazzora; Isola S. Antonio; Masio e Redabue; Montecastello; Oviglio; Pasturana; Pavone; Pecetto; Piovera e Rivellino (oggi Alluvioni Piovera); Predosa; Quargnento; Quattuordio; Sezzè (oggi Sezzadio); Solero; Valenza.


2. MODULO DI RICHIESTA DI ATTO DI STATO CIVILE 1838-1865: SOLO PER IL COMUNE DI ALESSANDRIA E SOBBORGHI

MODULO

Sobborghi di Alessandria: Cantalupo, Casalbagliano, Cascinagrossa, Castelceriolo, Castelferro, Lobbi, Mandrogne, Orti, Portanuova, Retorto, San Giuliano Nuovo, San Giuliano Vecchio, Piana San Michele, Spinetta Marengo, Valle delle Grazie/Valmadonna, Valle San Bartolomeo, Villa del Foro.

Per gli altri Comuni della provincia di Alessandria rivolgersi agli archivi comunali, diocesani e parrocchiali.

Verrà condotta una ricognizione preliminare sugli elenchi dei nati maschi preparatori alle liste di leva.

SONO RICHIEDIBILI A DISTANZA SOLO GLI ATTI DI NASCITA PER NOMINATIVI MASCHILI.

Per le donne e per gli atti di matrimonio e morte è possibile la sola ricerca in sala studio.

È RICHIEDIBILE UN SOLO ANNO DI NASCITA TRA IL 1838 E IL 1865.

 

3. MODULO DI RICHIESTA DI LISTA DI LEVA

MODULO

INDICARE OBBLIGATORIAMENTE UN SOLO COMUNE DI NASCITA

È RICHIEDIBILE UN SOLO ANNO TRA IL 1792* E IL 1945

*Circondari di Alessandria e Acqui Terme dal 1792; Tortona dal 1799; Novi Ligure dal 1817; Casale Monferrato dal 1830.

Nota bene: il fondo archivistico è lacunoso; diverse unità archivistiche, attualmente fuori consultazione per il pessimo stato conservativo, sono in attesa di restauro.

 

4. MODULO DI RICHIESTA DI RUOLO MATRICOLARE

MODULO

INDICARE OBBLIGATORIAMENTE UN SOLO COMUNE DI NASCITA

È RICHIEDIBILE UN SOLO ANNO TRA IL 1865* E IL 1945

*Distretto di Casale Monferrato dal 1865; Tortona dal 1875; Alessandria dal 1879

N.B. I fogli caratteristici militari non sono richiedibili a distanza


5. MODULO DI RICHIESTA DI COPIA DI DOCUMENTO

MODULO

UTILIZZABILE PER DOCUMENTAZIONE DI ALTRI FONDI ARCHIVISTICI

INDICARE DATI CERTI PER IL REPERIMENTO (SEGNATURA ARCHIVISTICA O ALTRI ELEMENTI CHE CONSENTANO L'IDENTIFICAZIONE MIRATA)




FAQ

1. L'Archivio di Stato di Alessandria rilascia certificati plurilingue per la pratica della cittadinanza italiana?

2. Che cosa posso fare se non conosco il Comune di nascita?

 

1. L'Archivio di Stato di Alessandria rilascia certificati plurilingue per la pratica della cittadinanza italiana?

NO. Gli Archivi di Stato conservano la documentazione storica degli uffici delle amministrazioni statali (anche degli Stati preunitari) operanti nel loro territorio provinciale.

Gli Archivi di Stato non svolgono funzioni di Stato civile italiano, non rilasciano certificati di nascita, matrimonio, morte su modelli plurilingue per la richiesta della cittadinanza italiana e non dispongono di database elettronici di anagrafe della popolazione che consentano la ricerca automatizzata di nominativi di persone.

Lo stato civile italiano è stato istituito nel 1866 ed è di competenza dei Comuni italiani, che occorre contattare per ricevere i modelli plurilingue utili alle pratiche di cittadinanza.

Per informazioni sui certificati, vedi anche l'approfondimento sul portale Antenati

Per sapere come orientarsi tra i diversi archivi nella provincia di Alessandria visita la pagina "ricerche genaologiche - informazioni utili".


2.Che cosa posso fare se non conosco il Comune di nascita?

Può capitare che un antenato, emigrato all’estero, non abbia indicato con precisione il luogo di nascita sui registri di trasporto navale o alle autorità dello Stato estero. Ad esempio è possibile che sia stata dichiarata la nascita genericamente in Italia o in Piemonte; talvolta la dicitura “Alessandria” non intende il Comune ma il territorio provinciale. Il problema di individuare il luogo è accresciuto dall'ampiezza della provincia, che si compone di poco meno di 190 Comuni.

Come fare in questo caso per risalire alla località esatta di nascita?

Un primo strumento utile è il sito internet Cognomix, che in una mappa interattiva rappresenta i cognomi attualmente diffusi. Non essendo compresa in realtà tutta la popolazione e non trattandosi di uno strumento scientifico, questo sito costituisce un mezzo di ricerca approssimativo, ma può comunque fornire un’idea di partenza e si è rivelato utile a diversi utenti per rintracciare le origini dei propri antenati.

Si può quindi partire a contattare i Comuni, le parrocchie e le Diocesi presso cui il cognome è attualmente diffuso, a seconda dei periodi illustrati nelle FAQ 7-11 delle pagina “ricerche genealogiche - informazioni utili”.

Se sono noti padre e madre si consiglia di incrociare i dati della diffusione dei cognomi di entrambi i genitori per aumentare le probabilità di riuscita della ricerca.

Un’altra via è la ricerca sulle liste di leva e sui ruoli matricolari conservati presso l’Archivio di Stato di Alessandria. Questa ricerca, tuttavia, deve essere effettuata in sala studio se non si conosce la località di nascita, in quanto sarà necessario sfogliare numerosi registri dei diversi distretti militari della provincia.

Il servizio di ricerche a distanza dell'Archivio di Stato di Alessandria non può prendere in carico una ricerca che non fornisca dati precisi per il reperimento dei documenti (nome e cognome, anno di nascita, località di nascita, ecc.).

Se l'utente non può recarsi in sala studio ma necessita di un'ampia ricerca sui ruoli matricolari e sulle liste di leva può rivolgersi a professionisti qualificati; nel caso occorresse un riferimento, è disponibile l'elenco regionale pubblicato sul sito internet della Soprintendenza archivistica e bibliografica del Piemonte e della Valle d'Aosta